CORSO DI CHITARRA
IL RAGAZZO DELLA VIA GLUCK
Adriano Celentano

 

 

Questa è la storia di uno di noi
    re                                  la7
anche lui nato per caso in via Gluck
                                                 re
in una casa fuori città
                           la7
gente tranquilla che lavorava
 la7                                 re
Là dove c'era l'erba ora c'è una città
               sim                 re          la7
e quella casa in mezzo al verde ormai
              sim                   re
dove sarà?
          la7
Questo ragazzo della via Gluck
    re                                  la7
si divertiva a giocare con me
                                       re
ma un giorno disse, vado in città
                                            la7
e lo diceva mentre piangeva
                                     re
io gli domando amico, non sei contento?
                                                      la7
vai finalmente a stare in città.
                                       re
Là troverai le cose che non hai avuto qui
                       sim              re             la7
potrai lavarti in casa senza andar
             sim
giù nel cortile!
               re
Mio caro amico, disse, qui sono nato
                                                    la7
e in questa strada ora lascio il mio cuore.
                                                         re
Ma come fai a non capire
                                la7
che è una fortuna per voi che restate
                                               re
a piedi nudi a giocare nei prati
                                        la7
mentre là in centro io respiro il cemento.
                                                     re
Ma verrà un giorno che ritornerò ancora qui
                   sim                                       re
e sentirò l'amico treno che fischia così, "wa wa"!
              sim                 re                    la7  re
Passano gli anni, ma otto son lunghi
                                                 la7
però quel ragazzo ne ha fatta di strada
                                                    re
ma non si scorda la sua prima casa
                                               la7
ora coi soldi lui può comperarla
                                           re
torna e non trova gli amici che aveva
                                                  la7
solo case su case, catrame e cemento.
                                                   re
Là dove c'era l'erba ora c'è una città
               sim                               re
e quella casa in mezzo al verde ormai
              sim                                re
dove sarà
          la7

La la la la la la la la...

Eh no, non so perché

perché continuano a costruire le case
               sim                  re        la7
e non lasciano l'erba, non lasciano l'erba,
                       re                           sim
non lasciano l'erba, non lasciano l'erba,
                    re                sim
eh no, se andiamo avanti così
                                      re
chissà come finirà, chissà...
    la7                     re

 

 

 

   Azzurro
 

Re-        La7               Re-
Cerco l'estate tutto l'anno

La7        Re-       La7    Re-
e all'improvviso eccola qua.

Sol-     Re7                 Sol-
Lei è partita per le spiagge

Re7      Sol-      Re7    Sol-
e sono solo quassù in città:

Re        La7                Fa#-7
sento fischiare sopra i tetti

Si7        Mi7   La7       Re   La7
un aeroplano che se ne Va.


      Re     

  Azzurro,        La7     Mi-7
il pomeriggio è troppo azzurro, è lungo per me.
La7                           Re            La7
Mi accorgo di non avere più risorse
Re  La7   Re 
Senza    di te;

    Re7      Sol          Fa#-                 Si-                    

e allora     io quasi quasi prendo il treno

Sol       Si7          Mi7         La7 Re        Fa#-         Si
e vengo,       vengo da te,   ma il treno    dei          desideri

Sol                Re        Sol   La7    Re
nei miei pensieri all'incontrario  va. 

2. Sembra quand'ero all'oratorio

con tanto sole tanti anni fa...     j

Quelle domeniche da solo

in un cortile a passeggiar..

Ora mi annoio più di allora:

neanche un prete per chiacchierar...  

   

3. Cerco un po'd'Africa in giardino

tra l'oleandro e il baobab,        

come facevo da bambino,                     

ma qui c'è gente, non si può più:     

stanno innaffiando le tue rose,

non c'è il leone, chissà dov'è...            

 

Giro di Re Reb Giro di Reb
Gli accordi del Ragazzo della via Gluck fanno parte del giro di RE

Torna alla home page 

 

Vuoi collaborare con Berengario.Com? contattaci   •   2000 - 2004 © Berengario.Com -